De Crignis: "AMBIENTE SERVIZI NEWS” PROPAGANDA POLITICA E BUGIE

Solo i codardi o i venditori di fumo usano normalmente citare cifre e nomi nascondendosi all’interno di un giornalino aziendale  (tra l’altro pagato dai cittadini) senza un doveroso contradditorio in grado di confutare punto per punto  tutte le falsità in esso contenute.

Anzi, ritengo doveroso informare i cittadini che l’unico comune dove il presidente della Ambiente Servizi, tale On. Isaia Gasparotto, noto esponente di vari Governi di sinistra, non ha mai avuto il coraggio di presentarsi in Consiglio Comunale, nonostante fosse stato più volte invitato (non ultimo anche un invito  da parte di una organizzazione sindacale) per un contradditorio faccia a faccia.

Ma venendo ai contenuti del giornalino e ad alcuni riferimenti in particolare;

dimostrino con fatti e documenti reali e certi ciò che sostengono relativamente ai maggiori costi pagati a SNUA dal 2011 fino alla scadenza che ha sancito successivamente l’infelice cambio di gestore che tanti problemi ha, e sta ancora creando ai cittadini di Porcia.

Se davvero le cose stessero così come da loro citate, è evidente che vi sarebbero tutti i presupposti per una segnalazione a chi di dovere per danno erariale.

Ma così non è.

Se così fosse, tutti questi risparmi avrebbero dovuto ricadere sulle bollette ai cittadini in termini di minor costo.

Invece si continua a pagare uguale pur considerando che la metà del servizio viene svolto dai cittadini stessi e il cui lavoro non viene in alcun modo riconosciuto.

Non dovevano sparire 400 cassonetti dalle strade?

Ne abbiamo 20.000 tra strade, parcheggi intasati e nelle abitazioni.

Non dovevano passare meno camion per la raccolta?

Prima ne passava uno alla settimana, ora non vi è giorno che più automezzi scorazzino sul nostro territorio. E hanno il coraggio di chiamarlo abbattimento dell’inquinamento.

Dissento con la maggior forza possibile dall’entusiasmo con cui vari componenti della maggioranza continuano a difendere la scelta fatta.

Parlino qualche volta con i cittadini, ne trarranno amare conclusioni.

Riguardo al riconoscimento che mi fanno quale principale promotore delle “polemiche” a loro sollevate, nonostante mi diano atto di svolgere con attenzione e forse anche un po’ di competenza il mio ruolo di componente di minoranza il  cui compito è proprio quello di contrastare in ogni modo scelte dovute il più delle volte a pressioni politiche piuttosto che salvaguardare gli interessi dei cittadini che si amministrano, debbo assolutamente ricordare, nel rispetto anche dei colleghi di opposizione, che tutte le azioni di contrasto al modo con cui si è scelto il nuovo gestore, è stato condiviso, sottoscritto e contrastato da quasi tutti i componenti l’opposizione stessa.

Pensino in Ambiente Servizi a svolgere bene il loro mestiere che è quello di raccogliere immondizie.

Lascino la politica fuori dai loro giochi altrimenti, come periodicamente loro succede, finiscono spesso sui giornali e nelle aule dei tribunali.

E questo non è sicuramente bello per una azienda pubblica.

Un presidente serio, o che tale si presume sia, avrebbe da tempo lasciato ad altri, proprio anche per evitare di passare più tempo a dover chiarire situazioni a dir poco poco chiare o trasparenti, invece di pensare a meglio gestire un’azienda che non è nemmeno sua ma dei cittadini attraverso i comuni soci.

De Crignis Dorino

L'Italia s'è Destra

 

Ti piacerebbe far parte della famiglia di Fratelli dItalia?

Registrati qui sotto e ti ricontatteremo!

Autenticazione

E-mail

Password

Hai dimenticato la password?
Registrazione